2 girls 1 cup

Gli abiti di Valentino, parlano capursese. A "Capurso e dintorni", l'esperienza della giovane sarta Maria Digiglio

E-mail Stampa PDF

Maria DigiglioL'articolo che vi proponiamo oggi apre una nuova rubrica di Capurso On line, in collaborazione con l'Associazione Capursesi nel Mondo, dedicata a tutti quei ragazzi di Capurso che per motivi lavorativi hanno deciso di valicare i confini capursesi e soprattutto pugliesi.
"Capurso e dintorni. In viaggio tra i capursesi nel mondo", questo il nome della rubrica, parte oggi con l'intento di individuare e dare spazio a tutti i concittadini capursesi che per evidenti ragioni lavorative, hanno dovuto lasciare la propria terra, mettendo allo stesso modo in risalto le storie e le capacità di costruirsi un nuovo "futuro" lontano da Capurso.
Protagonista quest'oggi è la giovane sarta Maria, residente a Roma dall'aprile del 2011, "artigiana della moda" in una delle Aziende più conosciute al mondo, la griffe Valentino.
Ciao Maria, innanzitutto vogliamo ringraziarti per la disponibilità a parlarci della tua storia, in questo nuovo percorso informativo che Capurso on line, ha deciso di intraprendere.
Quando e perchè hai deciso di valicare i confini capursesi e pugliesi?

Grazie a voi, per avermi dato l'opportunità di parlare della mia esperienza. Sin dal quando andavo a scuola dicevo spesso che

volevo andare via dal mio paese. Non avrei mai pensato che sarebbe successo davvero... Amo la mia terra e ci sarei rimasta, ma il destino ha voluto che partissi per arricchire la mia esperienza professionale. Ora vivo a Roma. Prima di arrivare nella Capitale ho lavorato per circa 5 anni a Bari in una sartoria teatrale, un'esperienza meravigliosa. Un giorno però ho deciso di lasciare quel lavoro perchè non mi sembrava di crescere professionalmente, anzi, a causa di alcuni cambiamenti organizzativi in sartoria, l'ultimo periodo mi sentivo demotivata e mi sembrava che non sapessi più fare niente tanto da spingermi a voler abbandonare per sempre questo lavoro. Così ho smesso!!!...in seguito per caso ho sentito un mio amico, Gaetano T., di Capurso, che già viveva a Roma anche lui per lavoro, il quale, dopo avergli raccontato che non stavo più lavorando mi ha suggerito di mandare un curriculum a VALENTINO. L'ho ascoltato e ho ricominciato a crederci. Vorrei ringraziare Gaetano attraverso questo articolo, per aver creduto in me e avermi dato lo stimolo di crederci!
Perchè a tuo avviso molti ragazzi del meridione, ancor oggi, decidono di emigrare verso il nord in cerca di lavoro?
Secondo me molti ragazzi vanno via in cerca di nuove esperienze ma penso che molti ragazzi siano "costretti" ad emigrare verso il nord perchè non ci sono molte possibilità di crescita professionale al sud. Spesso ci si deve accontentare del lavoro e se non ci si accontenta si parte.
a destra, Maria con lo stilista ValentinoDi cosa ti occupi oggi? ...descrivici un pò la tua attività lavorativa.
Mi occupo di sartoria d'alta moda da VALENTINO. Il meglio che mi poteva capitare! Non è mai stato questo il mio sogno. Ci tengo a precisarlo ogni volta, ma sono felice che grazie al mio percorso di studi mi sia praticamente innamorata di questo lavoro. Mi piace l'arte ed è questo che "realizzo delle piccole grandi opere d'arte", perchè è questo che rappresenta un abito d'alta moda così come un costume teatrale ed è bellissimo vedere come ore e ore di lavoro diano vita a qualcosa di magico che verrà indossato da una modella, un attrice o addirittura una principessa..."vestire i sogni": questo è quello che faccio !
Grazie e soprattutto auguri per la tua carriera professionale.
Se anche tu hai lasciato Capurso e vuoi raccontarci la tua storia, contatta la redazione alla mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Capurso on line - V. Giardino

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 07 Agosto 2013 14:55 )