2 girls 1 cup

Rifiuti. Da gennaio ad aprile nuovo gestore per la raccolta. Subentra alla Ercav interdetta dalla Prefettura.. Il comunicato stampa del Sindaco

E-mail Stampa PDF

pattumelle5 nA partire dal primo gennaio 2018 ci saranno importanti novità per la gestione dei rifiuti a Capurso.
Innanzi tutto il gestore del servizio. Il sindaco Crudele (nella foto con l'ex Assessore al Bilancio, Rocco Abbinanante a marzo 2017), a seguito della interdittiva antimafia che la prefettura ha emanato nei confronti della ditta Ercav, ha firmato una ordinanza contingibile e urgente affidando il servizio alla ditta Teknoservice di Torino per quattro mesi. Il tempo strettamente necessario per l'espletamento della gara "ponte" in corso di pubblicazione.
Ma ricostruiamo i fatti. Il sei novembre l'assemblea dei sindaci dell'Aro 7 ha preso atto del provvedimento dell'ufficio Aro e del Commissario dell'agenzia Regionale per i Rifiuti che ha disposto l'annullamento dell'aggiudicazione definitiva della gara per l'affidamento del servizio di ambito Ba7 per la raccolta, trasferimento e conferimento RSU. La giunta comunale di Capurso subito dopo ha adottato indirizzi per l'avvio di apposita procedura di gara "ponte" annuale per l'affidamento dei servizi di raccolta e trasporto dei rifiuti in ambito comunale. I primi giorni di dicembre la Prefettura ha notificato ai comuni interessati il provvedimento interdittivo antimafia nei confronti di Ercav che a Capurso aveva un contratto in scadenza il 31 dicembre. A quel punto, l'unico strumento per garantire il servizio è stato quello della ordinanza sindacale che è stata emanata il giorno 28.
Francesco Crudele: "Auguro alla ditta Teknoservice buon lavoro a Capurso. Seppure per soli quattro mesi, ringrazio il nuovo gestore per aver accettato questa difficile

sfida avendo avuto pochissimi giorni a disposizione per organizzarsi ma che da subito ha dimostrato grande volontà e professionalità. Capurso nel corso del 2017, e soprattutto da aprile in poi, non è mai scesa al di sotto del 75% di raccolta differenziata e per questo sento il dovere di ringraziare la ditta Ercav. Sono fiducioso che anche il nuovo gestore, seppur temporaneo, non deluderà le aspettative dei capursesi virtuosi che credono nella raccolta porta a porta".
Intanto è in corso di pubblicazione il bando della gara "ponte" che avrà una base d'asta superiore al milione e seicento mila euro e maggiore rispetto a quella espletata nel 2016. "Abbiamo implementato il servizio con più personale e nuovi accorgimenti che, sono certo, renderanno il servizio porta a porta ancora più performante. Ma soprattutto con il nuovo centro comunale di raccolta dei rifiuti differenziati, Capurso diventerà un Comune Riciclone sempre al di sopra del 75%. Il progetto appena candidato è molto ambizioso e siamo fiduciosi che possa essere finanziato dalla Regione Puglia e cantierizzato entro il 2018".
La giunta comunale di Capurso ha infatti approvato prima di Natale un progetto definitivo per la realizzazione di un centro comunale di raccolta dei rifiuti differenziati che sorgerà nella strada vicinale Pezze del Conte, di fianco alla stadio Comunale di via Cellamare. L'opera, di un importo di 300mila euro, sorgerà su di un area di circa duemila e ottocento metri quadrati e potrà accogliere varie tipologia di rifiuti differenziati. "La grande novità è rappresentata dalla possibilità di poter conferire nel centro anche rifiuti organici umidi (sia casalinghi che dei mercati) rendendo il servizio davvero completo e soddisfacente per i cittadini capursesi".
Capurso on line - Amministrazione

Ultimo aggiornamento ( Domenica 31 Dicembre 2017 10:03 )