Impianto sportivo 'Rosario Livatino'. Avviati i lavori di costruzione. Crudele: a Febbraio 2015 l'inaugurazione

Stampa

Inizio dei lavori (ph. Pepe)Sarà dedicato a Rosario Livatino, il giudice antimafia, ucciso in un agguato nel 1990, il nuovo impianto sportivo pubblico polivalente che sorgerà all'interno dello Stadio comunale. Nei giorni scorsi la posa della prima pietra.
L'impianto si svilupperà in due distinte costruzioni: un campo di gioco coperto di 25m per 44,50m, e una zona per spogliatoi, servizi igienici e docce.
Il campo sarà dotato di manto di gioco in vinilico, copertura in legno lamellare con doppia membrana in PVC, e avrà un'altezza massima interna di dieci metri. L'impianto sarà utilizzabile per gare anche ufficiali di pallavolo, calcio a cinque, tennis e basket.
La dimensione dei campi e le altezze libere necessarie sono infatti conformi ai regolamenti sportivi delle rispettive Federazioni sportive nazionali.
Il campo sarà inoltre fornito di tutte le attrezzature sportive necessarie all'espletamento delle attività (rete campo pallavolo e tennis,

canestro basket e porte per calcio a 5).
Gli spigoli saranno dotati di un apposito rivestimento protettivo antitrauma, in gomma.
La realizzazione dell'opera costerà complessivamente 609.000 euro, 509.000 dei quali fondi Fesr, mentre i restanti 100.000 euro sono quota di cofinanziamento del Comune di Capurso. La fine dei lavori è prevista per il 24 febbraio 2014.
La struttura verrà realizzata grazie a un finanziamento ottenuto dal Comune di Capurso nell'ambito del Piano Azione Giovani (PAG) Sicurezza e Legalità, che metteva a disposizione degli enti, tramite il Ministero dell'Interno e attraverso un bando pubblico gestito dalla Prefetture, fondi comunitari – Fesr.
Il progetto del Comune di Capurso, all'epoca, risultò primo nella provincia di Bari tra i circa 60 presentati.

"Tra procedure giustamente rigorose, vincoli finanziari, ricorsi e lungaggini burocratiche forse non sempre indispensabili – ha detto il sindaco, Francesco Crudele - per un Comune oggi realizzare opere pubbliche è diventato quasi impossibile. Per questo per un Sindaco l'apertura di un cantiere è una delle gioie più grandi: non solo perché ogni cantiere significa giornate di lavoro per operai e professionisti, ma anche perché finalmente diventa concreta la possibilità di rendere migliore il proprio paese e di creare un nuovo servizio per la comunità. Quello dell'impianto polivalente è stato un progetto al quale tenevamo in modo particolare e al quale hanno lavorato in tanti con impegno e bravura."
Capurso on line - Amministrazione

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 04 Dicembre 2014 12:38 )