2 girls 1 cup

In cammino con Maria. Storia di una devozione fatta di luce e lacrime. La corale preghiera dei pellegrini sul pozzo dell'anima

E-mail Stampa PDF

Pellegrini in processioneEcco giunta l'alba del 25 Agosto. È tempo di mettersi in cammino verso Capurso. Un cammino fatto di fede, di ricordi che vengono da lontano e che quasi per magia tornano alla mente una volta giunti alle porte del Santuario e già in lontananza si intravede la sagoma di Maria. Un momento di gioia, di amore incondizionato che si scioglie nel pianto. Lo stesso pianto che più volte ho rivisto negli occhi di un bambino, negli occhi dei pellegrini ed amici venuti a piedi da lontano. La preghiera corale di tutta la Puglia che si ritrova a Capurso e che affida alla sua Celeste Patrona, intenzioni, pensieri, grazie ricevute. Una giornata carica di emozioni profonde che risalgono da quel Pozzo tanto caro che vide 308

anni fa la luce del rinvenimento dell'icona di Maria e che ancora oggi richiama a se tutti coloro che hanno bisogno di fermarsi, di purificare la propria vita con l'acqua dell'anima. Il sole risplende alto nel cielo. Maria esce dal suo Santuario, i ceri dei devoti sfilano in processione, la fiamma simbolo di fede ardente in primo piano accarezza il volto di Maria, i canti si elevano al cielo per i vicoli stretti del centro storico. I miei occhi osservano, scrutano, si immedesimano. Sono anche io un pellegrino nel bagno di folla che acclama Maria del Pozzo sotto l'altare del cuore.
Visualizza la fotogallery >>>
Capurso on line - G. Roppo

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 28 Agosto 2013 17:24 )