2 girls 1 cup

Con il villaggio di Babbo Natale, ritorna spendi a Capurso e parti in vacanza

E-mail Stampa PDF
La prima edizione del "Natale nel centro storico" a Capurso tra folklore, tradizione, musica e "nordiche" sorprese.
Partirà il 7 dicembre la prima edizione del "Natale nel centro storico", iniziativa voluta e promossa dall'Amministrazione del Comune di Capurso in collaborazione con numerose associazioni cittadine e coordinata dall'Assessorato alle Politiche Giovanili, Culturali e per lo Sport e Marketing Territoriale del Comune di Capurso, nella persona di Michele Laricchia che si snoderà per tutto il mese di dicembre e perdurerà fino al 17 gennaio.Lo start-up sarà martedì 7 dicembre con la tradizionale Fanoj, un pezzo di storia della vita capursese, caratterizzata dall'accensione di un grande falò in p.zza Gramsci e dal quale la festa popolare trae il nome.
Protagonisti dell'evento saranno tutte le associazioni locali con la supervisione dell'associazione Multiculturita.

 

Imponente sarà quest'anno l'offerta eno-gastronomica. Oltre al tradizionale calzone di cipolla distribuito da panettieri locali, saranno tanti i prodotti peculiari della gastronomia locale  che delizieranno il pubblico presente.
Le associazioni Mores e Sileno distribuiranno frittelle, bruschette, cioccolata calda e tanto vino a suon di musica Jazz-Folk nella piazzetta di Sant' Antonio Abate, mentre le associazioni UTE Re del tempo e Cattolica esporranno per la vendita lavori dell'artigianato locale. Compito dell'associazione Micologica Busco sarà quello di produrre le ghiotte caldarroste e saporiti funghi arrosto. Una particolare attenzione ai celiaci sarà prestata dalle Acli che distribuiranno gastronomia specifica.
Uno spazio sarà riservato e gestito dai più giovani, in particolare agli alunni dei Circoli Didattici S. G. Bosco e S. D. Savio e della scuola media G. Venisti sarà delegato il compito di creare laboratori on the road per il recupero della memoria storica, delle tradizioni e di interessanti percorsi culturali.
Di rilievo, anche per l'assoluta novità, l'edizione dicembrina de Il Libro Parlante, curato dalla consigliera comunale Marisabel Prigigallo, che avrà l'inconsueto scenario a cielo aperto che partirà da via Pappacoda (piazzale antistante la Chiesa di S. Antonio Abate) dove verranno declamati i versi del celebre poeta vernacolista capursese Lillino Patano. Un evento itinerante, e ciò grazie alla collaborazione dell'associazione culturale Maschere e Tamburi; difatti le poesie saranno recitate dagli attori percorrendo tutto il centro storico cittadino ed accompagnate dalle musiche popolari curate dal gruppo di Carlo Porfido. Due eventi "nell'evento" saranno il giusto corollario della trasferta della rassegna: l'allestimento di un albero di Natale molto particolare, perchè addobbato con le copertine di romanzi e, ancora, "Buono come il pane", una raccolta di libri come donazione per la biblioteca (questi verranno raccolti in ceste per il pane, sottolineando la  primarietà della lettura).
Appuntamento con la musica mercoledì 8 dicembre alle ore 20,30 presso la Parrocchia del SS Salvatore che ospiterà il concerto del gruppo gospel Wanted Chorus. Lo spettacolo è organizzato dal Centro Musica Euterpe con il Patrocinio e il contributo del Comune di Capurso.
Sarà presentata nuovamente la fortunata iniziativa dell' Assessorato alle Attività Produttive: "Spendi a Capurso e parti in vacanza" che prevede una raccolta di scontrini "consumati" presso esercizi commerciali di Capurso. Lo scontrino primo estratto vincerà un viaggio offerto da un'agenzia viaggi locale. L'iniziativa partirà il 7 dicembre e si chiuderà il 17 gennaio.
Sempre nello stesso periodo, Via Regina Sforza e Piazza Umberto I saranno animate da Multiculturita Street Radio, che trasmetterà in alcune ore del giorno temi natalizi e spettacoli radiofonici con tanto di ospiti, interviste, pubblicità alle attività commerciali locali con una cabina di regia ben visibile e aperta al pubblico che sarà ubicata all'interno dello storico Palazzo Mariella in Piazza Umberto I.
E sempre le vie del rinnovato centro storico saranno la location per i Mercatini di Natale con la presenza di sedici gazebo dislocati nelle centrali via Regina Sforza e Piazza Gramsci. Un' iniziativa che ha lo scopo di promuovere e riqualificare il centro storico di Capurso dando la possibilità ad associazioni locali, associazioni di hobbisti e onlus, ed anche a commercianti e artigiani di promuovere la loro attività con la vendita di prodotti tipici natalizi.
La tradizione nordica approda nel centro dell'hinterland barese con la 1^ edizione del Villaggio di Babbo Natale, organizzato secondo i canoni e lo stile del paese lappone, con l'allestimento - in Piazza Umberto I - di un complesso di scenografie comprensive di animazione ed anche la leggendaria  casetta di Babbo Natale con tanto di cassetta delle lettere a disposizione dei più piccoli che saranno assistiti da un Elfo natalizio per imbucare le loro richieste di doni. A completare l'immagine e rendere ancor più visibile l'innovativa idea, la presenza di animatori che giocheranno con i bambini in Piazza Gramsci e lo spettacolo "Palle di Natale" condotto da due simpatici clown. L'evento sarà curato e coordinato dall' associazione culturale Pandizenzero di Casamassima.
Non poteva mancare, il 6 gennaio, l'arrivo della Befana che, per Capurso, approderà in Piazza Gramsci, con l'aiuto dell'associazione Mores, per distribuire calze colme di dolciumi ai bambini.
Sarà la festa di Sant'Antonio Abate che si celebrerà il 17 gennaio l'occasione per chiudere il lungo ed intenso Natale ed anche per dare impulso alla partenza dei festeggiamenti del Carnevale capursese. Protagonista della serata sarà il Capurso Street Festival, rassegna di artisti di strada curata dall'associazione Mores. Nel corso della serata saranno estratti gli scontrini vincenti di Spendi a Capurso e parti in vacanza.
Tutti gli eventi sono ad ingresso libero.
Fonte: Comune di Capurso - Ass. Marketing Territorial
Ultimo aggiornamento ( Lunedì 06 Dicembre 2010 11:48 )