2 girls 1 cup

Concerto di fine anno scolastico, in onore dei 161 anni dell'incoronazione di S. Maria del Pozzo, delle Scuole Bosco-Venisti. A fine serata, la commozione per una dedica alla Prof. Mola

E-mail Stampa PDF

Nella magica atmosfera dell'antico chiostro della Basilica della Madonnna del Pozzo, il 30 maggio, alle ore 20.15 ha avuto luogo la manifestazione di fine anno dell'Istituto Comprensivo San Giovanni Bosco -Venisti, in onore della Santissima Maria del Pozzo, in occasione del 161 anniversario della Incoronazione aurea della sua icona.
Durante la serata, si è avuto il piacere di ascoltare l'orchestra composta dagli alunni della Venisti, diretta dal Maestro Giuseppe Bini, docente di pianoforte, in collaborazione con il Maestro Rocco Caponio, docente di tromba, Fabrizio  Signorile, docente di violino e Carlo Iliceto, docente di chitarra. Musicisti ospiti d'onore della serata sono stati gli alunni dell'orchestra della Massari Galilei che si sono brillantemente esibiti, diretti dal Prof. Rocco Caponio.
La musica ha conferito alla serata un'atmosfera

magica, avvolgendo, con i brani sapientemente eseguiti dai ragazzi, le forti emozioni scaturite dalla condivisione di   luoghi storici, ricordi e sentimenti forti. La proiezione del video del progetto P.O.F.T. ''La storia delle Chiese di Capurso'' ha infatti regalato immagini familiari e suggestive che ricordano il patrimonio storico-artistico della città di Capurso, un valore immenso da offrire alle nuove generazioni con i valori ed i significati religiosi che 'narra'.
Il video è stato infatti realizzato dai docenti Prof. Antonio Carbonara, Prof.sse Carmela Maria Stefania Soldo, Matilde Pinzaglia, e dalla storica Prof.ssa Angela Agnusdei con il supporto di Don Michele Bellino e Padre Francesco Piciocco, desiderosi di 'insegnare' e tramandare i valori della tradizione e storia del paese di Capurso.
Si sono vissuti momenti commoventi ed indimenticabili durante l'ascolto del coro diretto dal Maestro Palmo Di Venere e durante la lettura della lettera della madre di un ex alunno che descriveva il profilo stupendo di docente della Prof.ssa Angela Mola, recentemente scomparsa, indimenticabile per la missione di docente che ha saputo vivere con dedizione instancabile. A lei con il cuore è stato dedicato un brano musicale.
Molto affettuoso e caro ,come sempre è stato Padre Francesco Piciocco che ha  ospitato con grande benevolenza nella Basilica i partecipanti tutti, ed a lui infatti si esprime gratitudine come pure al Dirigente Scolastico prof. Francesco Tesoro che ha permesso l'organizzazione della manifestazione.
DEDICA DI SABRINA (MADRE DI UN ALUNNO) ALLA PROF. ANGELA MOLA
"Come Ricordo La Prof.ssa Angela Mola!Quando scompare improvvisamente una persona che pur non essendo di famiglia, conosciamo bene, accade che tante immagini di lei riaffiorino anche da un passato più lontano, si ascoltano poi racconti e aneddoti che hanno dei fattori denominatori in comune e di conseguenza, si hanno delle reazioni emotive che ci sorprendono perchè fino a ieri quella persona non era nei nostri pensieri quotidiani, specialmente se stigmatizzata in un modo idealmente sereno: la scuola che un tempo frequentava nostro figlio!... il nome Angela Mola è noto a molti della nostra zona, precisamente a molte generazioni che sono passate tra i banchi della scuola venisti...questo nome rimanda all'immagine di una professoressa elegantissima ma austera, benevola ma sempre contenuta nell'espressione dei propri sentimenti, una persona che simboleggiava in modo direi, per lei naturale, la cultura e la religiosità... in quanto instancabilmente dedita al mondo della chiesa e a quello della scuola!Io, che mi sono pregiata di scrivere questa lettera, sono la madre di uno degli alunni a cui la professoressa ha insegnato lettere, alcuni anni fa... ricordo quando mio figlio teneva a sottolineare che la Docente fosse severa con gli alunni ma rigidissima con se stessa, non assentandosi mai, non concedendosi pause alcune durante il suo servizio; ricordo pure come fosse considerata "docente molto esigente" sul piano didattico, desiderosa di dare il massimo ai suoi alunni per formarli in modo tale che non incontrassero ostacolo insuperabile per loro, nella carriera scolastica....nei primi giorni di scuola, l'accoglienza che fece a mio figlio e ai suoi compagni di classe fu davvero fantastica.....lei, la tipica intellettuale, la studiosa per eccellenza ,la Professoressa responsabile della biblioteca, la professoressa che promuoveva lo studio del latino, si calò, per amore dei ragazzi, alunni in entrata, nel ruolo di 'regista" di uno spettacolo scolastico fatto di scketches 'simpaticissimi, interpretati dai ragazzi, con sicurezza ed entusiasmo, davanti al pubblico di genitori. 
In occasione del natale, gli alunni vollero portarle piccoli doni... disegni, poesie, simboli religiosi perchè percepivano che per lei ilNatale fosse un momento meraviglioso...e lei dal viaggio in terrasanta...portò ad alcuni, tra cui mio figlio, un "Gesù Bambino" conun sorriso dolce... mio figlio mi disse "hai visto mamma?? èseverissima ma ci vuole davvero bene!!!!"...mio figlio un giorno disse una cosa spiritosa sulla prof.ssa Mola..."lei ci rimprovera se non studiamo ma senza alzare la voce, non grida mai!..ci rimproverava con dolcezza!!". 
Ricordo il suo sorriso composto, il suo arrossire al minimo complimento, il suo profondo rammarico per i problemiadolescenziali che emergevano spesso nella realtà della classe , ilsuo desiderio di attuare delle strategie per risolverli, la sua onestàcosì accentuata che non le permetteva di concepire alcun atto didisonestà da parte degli altri, il suo amore per il lavoro, il suo impegno smisurato davvero... ad una sua ex alunna, ho chiesto "cosa mi dici della prof.ssa Angela Mola? e lei ormai quasi 21 enne mi ha risposto imitando la r francese della prof.ssa, "rosa rosae rosam..." il latino l'ho imparato bene da lei...era una grande, severa con tutti ma anche comprensiva al momento giusto! devo però dire rigidissima con se stessa!Convinta che adesso la Prof.ssa Mola ci stia guardando benevola dal cielo, le dico da parte di genitori e alunni "grazie" Prof.ssa grazie per la sua missione, per i sacrifici e la dedizione che ha saputo donare, per il bene degli alunni affidatele!SABRINA (madre di un alunno della Prof.ssa Angela Mola)"
(La signora Sabrina, ha dedicato queste righe ad Angela Mola, chiedendo di restare nell'anonimato...)
Capurso, 30/05/2013 
Fonte: prof.ssa Matilde Pinzaglia - Scuola Venisti

 


Ultimo aggiornamento ( Domenica 02 Giugno 2013 10:36 )