2 girls 1 cup

Agli Studenti della Scuola San Domenico Savio, il Premio Unicef per i diritti dell'infanzia

E-mail Stampa PDF

Il cortometraggio 'Ricevitori passivi?', realizzato dagli studenti e insegnanti dell'Istituto "San Domenico Savio" di Capurso, è stato insignito del Premio Unicef per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza al prestigioso concorso Cortisonici ragazzi 2013, di Varese.
Il rapporto fra insegnanti e alunni, le incomprensioni fra adolescenti e adulti, sono il tema del cortometraggio, nel quale si evidenzia come la frattura fra questi due mondi abbia origine da una sorta di amnesia. Insomma, quando "i grandi" si dimenticano di come erano prima di diventarlo,  quella smemoratezza diventa condizione e causa di incomunicabilità e incomprensione. L'ingrediente vincente del cortometraggio è una frizzante ironia.
L'autore di "Ricevitori passivi?", il regista Giuseppe Massarelli, evidenzia il desiderio dei ragazzi di essere capiti e compresi prima di essere giudicati.Il film è vincitore anche del primo premio al Festival Rocca Longobarda a Benevento e al Cortiamo film festival di Alcamo.
Vale la pena ricordare che i protagonisti di "Ricevitori passivi?", hanno recitato e collaborato alla realizzazione e sceneggiatura di altri cortometraggi, guidati sempre dal regista Massarelli, col quale, quest'anno, si sono cimentati nella organizzazione di un festival cittadino, Ciakkiamoci a Capurso, dedicato ai cortometraggi scolastici. La rassegna, che si svolgerà dal 4 all'11 maggio, col patrocinio del comune di Capurso, assessorato alla Cultura, coinvolgerà tutti gli studenti della città. Saranno loro, infatti, a giudicare i lavori già in arrivo da tutta Italia. Si prevede, per la finale, una grande festa.
Fonte: Capurso on line Redazione

Ultimo aggiornamento ( Martedì 02 Aprile 2013 11:07 )