2 girls 1 cup

Progetto di e-learning: la lezione scolastica diventa interattiva

E-mail Stampa PDF

Sono 7 le scuole dell'interland barese a sperimentare un nuovo modello di insegnamento, quello in "rete": le tre di Capurso, scuola media «Venisti» e scuole elementari «Don Bosco» e «San Domenico Savio», il liceo scientifico «Cartesio» di Triggiano e le scuole medie «Alighieri» di   Casamassima, «Pascoli» di Noicattaro e «Di Zonno» di Triggiano . E' una nuova sfida che va incontro alle modalità comunicative dei nuovi giovani cresciuti con la tecnologia di internet, ricca di limiti e potenzialità. Il nuovo approccio didattico vuole essere un input per accrescere nei giovani interesse e curiosità verso l'apprendimento scolastico. «Lo scorso anno - spiega la professoressa Gianna Tarantino della scuola media "Ve n i s t i " di Capurso, capofila della rete - abbiamo ricevuto riconoscimenti dal Festival dell'innovazione, tenutosi alla Fiera del Levante di Bari.  I ragazzi, studiando per esempio geografia, scienze e matematica attraverso gallerie di immagini, testi e ipertesti, filmati, animazioni, verifiche interattive e immediate, hanno raggiunto livelli di eccellenza». Accedere alla rete significa ancora realizzare gemellaggi a livello europeo, infatti nell'ambito del "Progetto Europa" , la «Pascoli» di Noicattaro (istituto capofila) è stata gemellata con la «Uhland» realschule (equivalente più o meno alla nostra media) di Goppingen; il «Cartesio» di Triggiano con la «Kaufmannische» schule della stessa cittadina federiciana; la «Pende» di Noicattaro con la «Ulrich von Ensingen» realschule di Ulm; la «Volta» di Monopoli con la «Grund und Hauptschule» di Bad-Urach; la «Tanzi» di Mola con la «Daniel Straub» realschule di Geislingen; la «Venisti» di Capurso con la «Engel» di Eislingen. Proprio i ragazzi di Capurso, accompagnati dalla preside, da alcuni insegnanti e da un rappresentante dei genitori, saranno in trasferta, ospiti della Secundarschule «Rosenau» a Winterthur, nella Svizzera tedesca. Il tour nella cittadina della Confederazione è finanziato dalla Regione con la legge sugli interventi in favore dei pugliesi nel mondo. Sarà ricambiato ai primi di maggio da una delegazione di Winterthur.
Fonte: Capurso - on line - Lucilla Lestingi

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 15 Aprile 2010 17:03 )