II CIRCOLO DIDATTICO – “SAN DOMENICO SAVIO” Via MAGLIANO – CAPURSO (BA)

La meraviglia di un seme che diventa melanzana, di una pianticella che genera un cocomero, di un pugno di terriccio da cui nasce una fragola. Fenomeni che possono apparire scontati a tutti. Ma non a un bimbo. A Capurso, presso le scuole dell’Infanzia Madre Teresa di Calcutta e Collodi è stato realizzato il Progetto continuità “A scuola di natura”. E’ stato costruito un orto biologico per far comprendere ai bimbi l’importanza del mangiar sano. Sono stati approntati semenzai e, con il supporto di una esperta del WWF, sono state proposte attività manipolative, pittoriche e costruttive. La continuità s’è realizzata anche con la partecipazione delle famiglie.

Si parlerà anche di questa singolare attività che ha trasformato le aree verdi di tre scuole in altrettanti orticelli, nel forum cittadino organizzato dal Secondo Circolo didattico e che si terrà SABATO 28 GIUGNO ALLE ORE 17 PRESSO L’AUDITORIUM DI VIA VALENZANO.

Momento centrale dell’incontro sarà la presentazione degli altri progetti previsti dal PON – il Programma operativo nazionale -, finanziati con fondi strutturali europei (FSE, Fondo sociale, e FESR, Fondo sviluppo regionale), dei quali fino al 2013 occorrerà avvalersi per offrire ai piccoli alunni possibilità di studi per così dire alternativi all’offerta curriculare.

La scuola San Domenico Savio, nell’ambito di un proprio Piano integrato degli interventi, ha attivato una serie di azioni in parte realizzate nel corso dell’anno scolastico appena conclusosi e in parte a realizzarsi nel corso del primo quadrimestre del prossimo.

1. Migliorare le competenze del personale della scuola dei docenti. Discipline tecnico-scientifiche, matematica, lingua madre, lingue straniere, competenze civiche. Nello specifico, la scuola ha realizzato due percorsi formativi di trenta ore, rivolti ai docenti sulle metodologie didattiche e sulle competenze disciplinari di Matematica e Scienze.

2. Metodologie per la didattica individualizzata e sulle strategie per il recupero del disagio. Nel contesto di tale azione, si è tenuto un percorso formativo di trenta ore sulla innovativa didattica cosiddetta Metacognitiva. Realizzati due percorsi di Inglese (cinquanta ore ciascuno), di livello base e di livello base più avanzato. Comunicazione nella madrelingua, comunicazione nelle lingue straniere, competenza matematica e competenza di base in scienza e tecnologia, competenza digitale, imparare ad apprendere, competenze sociali e civiche. Recupero e consolidamento delle tecniche operative di base in Matematica (trenta ore).

3. Corso di formazione per la creazione e gestione di portali web per tutto il personale della scuola.

Interventi di rafforzamento dell’area dei linguaggi e potenziamento dellele abilità logico-matematiche. Utilizzo di sussidi didattici multimediali, confronto con altre realtà: offerte innumerevoli opportunità di attivare abilità e di consolidare capacità connesse alle discipline scolastiche e ai diversi aspetti dell’apprendimento.

Ma non basta. Sono stati varcati i confini della scuola attraverso altre progettualità.

Gio.Mo.Vi.: Educazione ambientale e stradale; Progetto lettura; Newspaper game; Educazione al benessere, “Sulle ali della salute”; Accoglienza, Intercultura, Consiglio comunale dei ragazzi.

Tornando al Forum “Con l’Europa investiamo nel vostro futuro”, interverranno, oltre al dirigente scolastico del Secondo Circolo didattico cittadino, prof. Pietro De Luca, il sindaco di Capurso Giuseppe De Natale, i dirigenti scolastici Paola Tarantino, Michele Paradiso e Vincenzo Melilli, il presidente del Consiglio di Circolo Maria Porcelli e la prof. Santina Liturri, referente regionale dei fondi strutturali. La manifestazione, nel corso della quale, saranno proiettate immagini della realizzazione degli orti scolastici, sarà condotta dal giornalista Vito Prigigallo.
VEDI ALCUNE IMMAGINI DELLA CREAZIONE DELL’ORTO BOTANICO
Fonte: Vito Prigigallo - Giornalista