2 girls 1 cup

Scuole capursesi. 10 mila euro per i bisogni digitali degli studenti

E-mail Stampa PDF

Fonto con dirigente scolastico"Nessuno resterà indietro", con questo motto l'Amministrazione comunale di Capurso sta affrontando la pandemia Covid 19 a livello locale. I settori coinvolti in questa attenta analisi dei bisogni sono tanti e tra tutti non poteva mancare certo la scuola, da sempre al centro dell'azione di governo del sindaco Crudele, che si è vista recapitare ben 10mila euro, da ripartire tra i due compresivi, per far fronte ai bisogni digitali degli studenti. Oggi, in piena emergenza, infatti, fare scuola è sinonimo di Dad (Didattica a Distanza) che vede tutti gli ordini di istruzione alle prese con videolezioni, invio di materiali, scambio di informazioni, iniziative di ricerca che sfruttano la rete per garantire proprio il diritto all'istruzione. Un modo nuovo di interpretare la didattica che obbliga il corpo docente e le famiglie a misurarsi con metodi di apprendimento meno tradizionali, implementati in alcuni casi in tempi da record. Ma una didattica che si basa sul digitale ha messo anche le istituzioni scolastiche di fronte ai nuovi fabbisogni degli utenti (studenti e famiglia) sia sotto il profilo hardware, che software.

L'amministrazione comunale non si è fatta trovare impreparata e ha individuato prontamente soluzioni per aiutare la scuola a sopperire alle povertà digitali di alcuni studenti e delle relative famiglie. Dunque, i due comprensivi di Capurso sommeranno alle misure già previste e stanziate dal MIUR, ai Fondi Regionali, ai bandi FESR comunitari per ampliare il proprio corredo Fonto con dirigente scolasticoinformatico, ulteriori 10mila euro che l'amministrazione ha offerto e che le scuole avranno immediatamente nelle loro disponibilità per il potenziamento hardware, software e l'investimento in piattaforme di e-learning. A questo aiuto dell'amministrazione si aggiunge la forte opera di sensibilizzazione che da settimane è in atto per incentivare donazioni di privati, anche a favore del mondo della scuola, i cui frutti si stanno già raccogliendo. Un anonimo benefattore, infatti, ha destinato un'importante somma di denaro finalizzata all'acquisto di ben sei tablet di ultima generazione, adatti all'età degli utenti dei due comprensivi e già consegnati alle due dirigenti scolastiche che, in queste ore, stanno destinando in comodato d'uso a ragazzi che, diversamente, vivrebbero una sorta di dispersione scolastica 2.0. "Con grande soddisfazione, posso affermare, dopo dieci anni di sensibile attenzione verso il mondo della scuola, che anche in un momento di grande difficoltà, l'Ente Comune è al fianco dei due compresivi capursesi" - dice il sindaco Crudele "Metteremo in campo tutte le energie necessarie, affinché nessuno resti indietro. Ringrazio gli assessori Squeo e Buono per il lavoro svolto, così come tutta l'amministrazione per la sensibile vicinanza al mondo scuola".
Capurso on line - Amministrazione

Ultimo aggiornamento ( Martedì 21 Aprile 2020 08:47 )