2 girls 1 cup

Ultime notizie

Sabato 22 dicembre, concerto del pianista e compositore MASSIMO CARRIERI nella bellissima cornice dell'Auditorium La Vallisa di Bari

E-mail Stampa PDF

Il gruppo Emergency di Bari, organizza un concerto del pianista e compositore Massimo Carrieri, nell bellissima cornice dell'Auditorium La Vallisa di Bari a partire dalle ore 21 di sabato 22 dicembre 2012.
Tutto il ricavato verrà devoluto al PROGRAMMA ITALIA di EMERGENCY che comprende i due poliambulatori mobili che offrono assistenza sanitaria nelle aree di crisi come la Capitanata foggiana durante la raccolta dei pomodori, e i due ambulatori a Marghera e a Palermo che operano per i migranti e gli italiani indigenti.
per info: 3479366743 (Marigia),3287221897(Carmine)
..."like a dream"....
http://www.youtube.com/watch?v=0hmAWy04vH8
BIO di Massimo Carrieri:
Nato a Martina Franca il 23 aprile del 1974, inizia gli studi musicali molto presto prendendo lezioni private di pianoforte. Trasferitosi a Milano, si diploma al Conservatorio "G.Verdi" in Organo e Composizione Organistica sotto la guida del m° Giancarlo Parodi, parallelamente studia composizione con i maestri Gianni Possio e Marco Tutino. La vincita di un bando di sostegno istituito dalla Fondazione Banca del Monte di Lombardia, gli consente di frequentare corsi di perfezionamento in Italia che all'estero. Segue uno stage con il m° Renato Serio (Festival di Sanremo e Forum Music Village, Roma), si perfeziona in Musica per Film presso l'Accademia Chigiana di Siena con Luis Bacalov e al Berklee College of Music di Boston, ottenendo l'inserimento nella Dean's List 2004. A distanza di qualche anno consegue il diploma in musica Jazz.
Fin da subito la sua attività professionale si sviluppa sia come strumentista che come eclettico compositore, stimolato da un interesse musicale che spazia anche al di fuori di ambiti prettamente "classici". Collabora come organista e pianista con diverse orchestre tra le quali: l'Orchestra "G.Cantelli" di Milano, l'Orchestra Internazionale d'Italia, Festival della Valle D'Itria. Tiene concerti da solista e con altre formazioni di diverso genere, condividendo il palco con musicisti quali Gianluigi Trovesi, Achille Succi, Oscar del Barba, Camillo Pace, il violoncellista Luca de Muro, gli australiani Phil Rex (cb) e Sam Bates (dr), Chris Marianetti (NY), la cantante inglese Julia St. Louis, Luca Dirisio.
Alcune delle sue composizioni sono state interpretate da artisti quali Antonella Ruggero, Cristina Zavalloni, Armando Ariostini, Nico Morelli, Massimiliano Pitocco e gli "Aire de Tango", dalle orchestre "I Pomeriggi Musicali" e "G. Cantelli" di Milano, e da direttori d'orchestra quali Alessandro Ferrari, Ermir Krantja, Alberto Veronesi. Parallelamente attivo come arrangiatore/orchestratore, realizza arrangiamenti musicali per progetti discografici e programmi televisivi Rai ("Oscar della TV", "Premio Barocco"). Scrive musica di scena per spettacoli teatrali, alcuni dei quali scritti e diretti dallo sceneggiatore Donato Carrisi.
Nell'ottobre 2007 presenta "Seven", album d'esordio indipendente che attira da subito l'attenzione della critica e lo presenta al grande pubblico in una nuova veste di compositore/performer. Un progetto che segna l'inizio di un nuovo percorso artistico che lo porterà al debutto internazionale di New York nell'aprile del 2009, con un concerto presso la "Renee Weiler" Concert Hall, a cui farà seguito un tour in Australia.
[Vincitore al concorso DEMO/MOVIN'UP 2009, programma di sostegno alla mobilità degli artisti italiani nel mondo promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dipartimento della Gioventù), Ministero per i Beni e le Attività Culturali e GAI(Giovani Artisti Italiani)]
Esegue e scrive con Andrea Ponzano il tema al pianoforte di "Favola", la nuova campagna pubblicitaria del marchio "Lavazza" lanciata da Armando Testa.
Rientrato in Italia dopo una permanenza negli Stati Uniti, inizia a lavorare al progetto Zahir, album prodotto per l'etichetta EFFE Music e distribuito da Family Affair.
Fonte: Emergency di Bari



Ultimo aggiornamento ( Lunedì 10 Dicembre 2012 12:17 )
 

4° concorso Internazionale giornalisti del Mediterraneo. Domani la premiazione allo Sheraton Nicholaus Hotel

E-mail Stampa PDF

Sabato 1 dicembre, alle ore 18, nella suggestiva scenografia dello Sheraton Nicolaus Hotel di Bari, si terrà la premiazione del concorso internazionale "Giornalisti del Mediterraneo" e premio "Caravella del Mediterraneo". 
Quest'anno le sezioni in gara hanno focalizzato l'attenzione sui temi legati alla Primavera Araba e all'Accoglienza e Solidarietà. Al concorso hanno partecipato le più importanti testate giornalistiche nazionali, tra cui TG1, Rai3, Rainews24, Rai Educational, TgCom, il quotidiano l'Avvenire, La Repubblica, il Corriere della Sera, L'Europeo, il Messaggero, la Sicilia,  la Gazzetta del Mezzogiorno, il settimanale L'Espresso.
Nel corso della serata saranno, inoltre, trasmessi i reportage e i servizi fotografici che meglio hanno raccontato i fatti e gli avvenimenti legati alle sezioni del concorso.
Infine, saranno attribuite le Medaglie di Bronzo del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, del Presidente del Senato, Renato Schifani e del Presidente della Camera, Gianfranco Fini.
Quest'anno il Premio "Caravella del Mediterraneo" sarà attribuito ai giornalisti Michele Mirabella (Rai); Josè Saraiva Martins (Prefetto Emerito della Congregazione della Cause dei Santi); Lorenzo Cremonesi (L'Europeo); Gianni Antonucci (Il Bari); Michele Marolla (Gazzetta del Mezzogiorno); Roberto Alajmo (Rai Mediterraneo); Marida Lombardo Pijola (Il Messaggero); Villi Hermann (Svizzera); Remigio Benni (Ansa); Carlo Felice Corsetti, (Rete dei Comunicatori Antifrode dell'Olaf - Europa); Andrea Vreede, (Nos TV Olanda). Premio alla Memoria a Mario Gismondi.
Fonte: Capurso on line - Redazione

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 30 Novembre 2012 19:12 )
 

Comunicato Stampa 35° anniversario morte Benedetto Petrone

E-mail Stampa PDF

Il 28 novembre di 35 anni fa, veniva ammazzato un giovane comunista per mano di alcuni giovani fascisti. Il suo nome era Benedetto Petrone e vive ancora forte nei nostri cuori. Nei cuori di chi l'ha conosciuto, nei cuori di chi ha vissuto in prima persona quei giorni terribili e nei cuori di chi è nato molti anni dopo, ma che sente un legame intimo e diretto con la storia e la vita di Benedetto Petrone.
Era un giovane di 18 anni iscritto alla FGCI, la federazione giovanile del PCI. Viveva a Bari Vecchia, quando il centro storico era ancora il quartiere dei "veri baresi". Era iscritto all'Istituto Tecnico Romanazzi, ma dovette lasciare gli studi per fare il manovale. Ciò nonostante, continuò il suo impegno politico, interessandosi anzitutto alle problematiche del suo quartiere, un quartiere quasi totalmente ancora senza fogna e gas, in cui il disagio è largo e profondo. Il 28 novembre venne barbaramente ucciso tra Piazza Libertà e Piazza Massari, mentre cercava di scappare insieme ad altri ragazzi, dalla squadraccia fascista che lo rincorreva. Il giorno dopo ai funerali, partecipano migliaia di baresi, studenti medi e universitari, lavoratori e cittadini comuni, ma soprattutto sono i cittadini di Bari Vecchia a piangere il loro figlio che si batteva per ottenere il loro riscatto sociale e morale. In quel giorno e nei giorni successivi, purtroppo dilagò la rabbia e la violenza.
Erano anni difficili, certamente lo scontro politico era a livelli oggi inimmaginabili, ma si commetterebbe un

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 29 Novembre 2012 10:52 ) Leggi tutto...
 

Rotolo? "Tessiture cromatiche" a Noci e Sgarbi incanta

E-mail Stampa PDF

Vittorio Sgarbi in visita a Noci, l'11 novembre scorso è rimasto incantato dalla Mostra di Vito Rotolo da lui inaugurata con un discorso al pubblico che lo ha accolto con un applauso. Con lui il sindaco di Noci Piero Liuzzi e il vicepresidente della Provincia Nuccio Altieri. Sempre a Palazzo della Corte, nel centro storico della cittadina murgiana, dove la personale del pittore monopolitano Vito Rotolo, resta allestita fino al 25 novembre prossimo quando il finissage vedrà una degustazione del Brut Zero dell'azienda agricola Fratelli Berlucchi.
NOCI (BARI) -
Un bagno di folla ha accolto l'arrivo di Vittorio Sgarbi in Palazzo della Corte dove il noto critico di fama internazionale ha presentato la Mostra d'arte del pittore monopolitano Vito Rotolo. «Ho visto le cose che ha fatto Rotolo - ha subito detto Sgarbi - lui ha una singolare intuizione, di fare l'effetto di una superficie a mosaico con i segmenti di colore, quello che normalmente si fa con un disegno dopodiché vi si fanno aderire delle pietre in modo da comporre un'immagine. Lui lo fa facendo diventare una pietra dura il colore ad olio». E così Sgarbi ben fotografa all'istante l'arte di Vito Rotolo dove la pittura ad olio si concreziona, aderisce alla tela fino a sporgersi oltre in una curiosa tridimensionalità su un riquadro, quello pittorico, deputato alle due dimensioni. «Questi segmenti sono un'idea originale - ha rimarcato il critico d'arte -. Il primo dato di un artista contemporaneo è la riconoscibilità prima ancora dello stile. Lui è riconoscibile - ha decretato -.
Negli anni '50 sono riconoscibili le opere con i sacchi di Burri, o i tagli nelle tele di Fontana, Dechirico viene riconosciuto per i cavalli o per i manichini, Morandi viene riconosciuto per le bottiglie. Rotolo ha già un'intuizione intelligente, è un pittore che si cerca una cifra, chi lo guarda trova in lui qualche cosa che lo fa riconoscere come Rotolo, che ha trovato un percorso per dire quello che sta facendo, è difficile confonderlo con altre cose, perché ripete la tessitura del mosaico attraverso la pittura. È davvero una bella intuizione». Sgarbi è stato accolto dal sindaco di Noci Pietro Liuzzi e dal vicepresidente della Provincia di Bari Nuccio Altieri. Ha parlato per oltre una mezz'ora, ha stretto mani, sorriso e firmato autografi, poi le foto di rito vicino ai quadri con il Maestro Vito Rotolo che ha subito descritto con parole d'arte a piene mani «non è una pittura materica, cioè il mondo come appena Dio l'ha creato, lui no è un mondo ordinato, segmenti di

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 16 Novembre 2012 09:51 ) Leggi tutto...
 

Legature 2012/2013 - 9 ed. Teatro Rossini, Auditorium Lum – Gioia del Colle - Comunicato stampa

E-mail Stampa PDF
Legature, la prestigiosa rassegna di musica classica, giunge alla IX edizione e, come ogni anno, abbraccerà autunno e primavera, spingendosi fino al mese di maggio con due interessanti ed esclusivi fuori programma.
La kermesse è organizzata dall'Associazione Musicale "Daniele Lobefaro" in collaborazione con il Comune di Gioia del Colle e con la direzione artistica della dr.ssa Paola Sorrentino, ricca di novità, sempre di particolare interesse e spessore culturale, che si terrà a Gioia del Colle presso il Teatro Rossini e l'Auditorium Lum.
La proposta che, sin dagli esordi, ha scelto di perseguire l'accostamento di giovani musicisti, selezionati dal Concorso Internazionale di Musica "Pietro Argento", a formazioni consolidate in campo nazionale ed internazionale, si arricchisce, quest'anno, di altri due appuntamenti fuori programma:  ImagiNaples, Napoli incontra il mondo (concerto a due voci) il 9 maggio,  con il noto attore teatrale e televisivo Enzo Decaro e Ottavia Fusco e, per gli amanti del genere, il concerto lirico "Buffi si nasce" con Bruno Praticò, il basso buffo più
Ultimo aggiornamento ( Martedì 13 Novembre 2012 12:53 ) Leggi tutto...
 
Pagina 8 di 17