2 girls 1 cup

Comunicato Stampa Giovani Democratici di Puglia : "Il vero rinnovamento siamo noi!"

E-mail Stampa PDF

I Giovani democratici di Puglia non ci stanno a farsi tirare per la giacchetta da questo o da quel candidato alle prossime elezioni Primarie del centrosinistra. "Sui giovani e sul rinnovamento finora si è parlato tanto ma si è fatto ben poco" dice il Segretario Regionale Pierpaolo Treglia "se da una parte Bersani mette in evidenza il rinnovamento silenzioso portato avanti in questi anni, beh noi nel mezzogiorno abbiamo visto ben poco." Soprattutto i GD di Puglia lamentano le difficoltà nel ricambio all'interno delle istituzioni "ogni tornata elettorale é per noi una sfida contro potentati locali e pacchetti di voti, eleggere giovani al sud é sempre più difficile, ma i nostri risultati sono comunque importanti (ricordiamo l'elezione di Alesio Valente a Sindaco di Gravina e tanti altri consiglieri comunali). Se il partito si impegnasse nella selezione dei candidati non solo alla Camera o alla Regione, come speriamo avvenga, ma anche nei Comuni, avremmo un partito rinnovato per davvero nelle sue fondamenta". Ma i GD ne hanno anche per Renzi "per noi il rinnovamento vero é quello che parte dalla base. Dispiace vedere che nel Comitato per Renzi non ci sia nemmeno un giovane proveniente dalla giovanile del PD". In ogni caso la scelta su chi votare alle Primarie viene lasciata agli iscritti "Ogni Giovane del PD deciderà autonomamente come é giusto é ovvio che sia, certo leggendo più i programmi che la carta d'identità." Non manca una presa di posizione anche sulla Legge Elettorale e sulle modalità di selezione dei prossimi candidati al Parlamento " I Cittadini devono poter votare oltre al

partito,anche il candidato che meglio li rappresenta, ma se le liste saranno ad appannaggio dei soliti noti, allora anche la reintroduzione delle preferenze sarà uno specchietto per le allodole. Chiediamo che i candidati vengano scelti consultando gli iscritti del partito, e non nelle segrete stanze. Inoltre è fondamentale escludere chi ha avvisi di garanzia, conflitti di interesse, chi deve completare il mandato dato dagli elettori in altre istituzioni, e chi sta in parlamento da più di 3 legislature. Senza deroghe. Solo così potremo mandare in parlamento energie fresche per il paese. E se non cambia la legge elettorale, tenere le Primarie per i Parlamentari è un dovere per il PD."
Infine i GD di Puglia presentano il loro programma per i prossimi mesi con Giuseppe Giannotti, responsabile Organizzazione dei GD pugliesi:  "mentre altri saranno impegnati in primarie che sanno di congresso, noi cercheremo di dare il nostro contributo al paese, incontrando in tutta Italia associazioni, sindacati e movimenti, elaborando proposte da portare a chi guiderà il centrosinistra alle prossime elezioni." La base c'é già ed è la piattaforma "Alta Partecipazione" . "Lo faremo con uno sguardo particolare all'Europa, raccogliendo firme su una Proposta di legge di iniziativa popolare "Rise Up Europe " da presentare al Parlamento Europeo, insieme alle altre giovanili democratiche e socialiste d'Europa."  In definitiva tanta carne al fuoco, ai giovani del PD ora starà dimostrare quanto fumo e quanto arrosto.
Fonte: Giovani Democratici GD Puglia

 

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 03 Ottobre 2012 07:43 )