2 girls 1 cup

Lettera aperta al Sindaco

E-mail Stampa PDF

Riceviamo dal Prof. Pietro de Luca, dirigente scolastico del 2° circolo didattico S. Domenico Savio di Capurso e di seguito pubblichiamo.


Gent.le sig. Sindaco,
preliminarmente desidero farLe gli auguri per l'elezione alla carica di primo cittadino della Comunità Capursese, con l'auspicio sincero che possa realizzare, per il bene della Collettività,  l'avvio di una nuova stagione politico - amministrativa,  che ponga le basi per una graduale ripresa e rinascita della città.
L'augurio precedentemente espresso è franco, sentito, non simulato, sebbene formulato da una persona che ha militato, nella competizione elettorale, in una lista antagonista alla Sua, che, non avrà difficoltà ad ammetterlo, ha condotto una campagna, pur nell'asperità degli accenti in alcuni momenti topici, corretta sul piano delle modalità e della dialettica politica, e rispettosa dei valori umani.
Ma la contesa elettorale è, finalmente, conclusa,  con lo scongiuramento del pericolo di un suo imbarbarimento e involgarimento, che non avrebbe fatto onore a nessuno dei contendenti e di cui si sono avute le avvisaglie in alcune dichiarazioni improvvide, incaute e al limite della correttezza verbale di un suo candidato nell'ultimo comizio della campagna elettorale.
Ora, davanti a Lei, si apre la stagione del fare, delle difficili decisioni politico amministrative,  da prendere in un quadro programmatico ben delineato e connotato da un afflato pluriennale, del superamento delle ristrettezze finanziarie e delle numerose pastoie, a Lei ben note, che l'apparato burocratico dell'Ente locale frappone puntualmente, con la vischiosità delle sue procedure, all'azione dei decisori politici, col rischio di frustrarla e vanificarla. È il momento di porre mano alla formazione di una Giunta che La supporti e collabori lealmente nella gestione della Cosa pubblica: scelga i Suoi Assessori con coraggio e lungimiranza, avvalendosi della conoscenza dell'animo umano che Le riconosco, senza lasciarsi irretire dalla necessità di salvaguardare gli equilibri fra le diverse componenti del suo Gruppo e senza mortificare le energie fresche, cristalline, che pur si individuano in esso. Non si lasci inviluppare da interessi di lobby che alcuni sostengono L'abbiano finanziata durante la campagna elettorale, ma affermi la sua indipendenza politica e la Sua autonoma scelta. La costituzione della Giunta riveste una importanza primaria per un Sindaco, la Sua esperienza nella precedente amministrazione dovrebbe averglielo insegnato. Il buon sindaco De Natale, è notorio,  è andato incontro alla rovinosa caduta a causa di alcuni suoi assessori che, dimentichi del bene comune e degli impegni presi solennemente con la Cittadinanza, hanno iniziato a perseguire altre strade, che hanno portato alla paralizzante, lunga e deleteria esperienza del commissariamento del Comune.
Ma veniamo al "dunque" della lettera aperta.
L'invito che Le porgo, appassionatamente e ardentemente, da uomo di Scuola a capo di una Istituzione che Lei conosce molto bene, per il lavoro condotto congiuntamente  in alcuni progetti extracurricolari, che ci hanno visti animati entrambi da un identico entusiasmo giovanile, è quello di sottolineare la centralità dell'education nel Suo programma politico. Le chiedo scusa per essere ricorso ad un anglicismo, non l'ho fatto per omaggio ad una moda linguistica imperante, ma per la pregnanza del termine, in cui si individuano i concetti di cultura, formazione, istruzione, politica scolastica, educazione intesa come educazione umana, alla cittadinanza attiva e responsabile, alla legalità. Sono temi dibattuti nella campagna elettorale, presenti nel programma che Lei si è impegnato ad attuare,  imprescindibili, per il loro stesso valore di assiomi, per la rinascita culturale, civile e sociale della cittadinanza capursese.
Le Istituzioni scolastiche capursesi, Lei lo sa molto bene, nonostante molti ritengano il contrario, si battono quotidianamente,  con un lavoro organico e ben programmato, per il conseguimento di queste finalità; l'Ente locale, in passato,  ha, parimenti, rivelato eguale sensibilità verso di esse, seppur impegnando, nella sua azione, risorse non sempre adeguate. Ma i risultati ottenuti non sono  pari alle aspettative e all'impegno profuso. Ciò che manca è la concertazione tra i soggetti in campo: ciascuno prende la propria strada, incurante di quanto realizza l'altro al suo fianco, e le risorse umane e finanziarie si disperdono in molteplici rivoli, vanificando le proprie potenzialità.
Occorre, pertanto, come avviene nei virtuosi Comuni dell'Emilia - Romagna, un Piano dell'Offerta Formativa del Territorio, elaborato dall'Ente Locale, che individui le finalità formative prioritarie, concertando, unificando e supportando finanziariamente l'azione delle Istituzioni scolastiche, delle Agenzie formative e delle Associazioni che agiscono nel Territorio. Solo in tal modo l'Education  può rappresentare il reale volano di crescita e di sviluppo, garantendo le pari opportunità e ripristinando la mobilità sociale.
Due ultime raccomandazioni, se me lo consente: ridia dignità alle Istituzioni scolastiche,  intervenendo sui loro edifici, molti dei quali sono fatiscenti e bisognosi di radicali interventi di ristrutturazione e di adeguamento alle norme sulla sicurezza, e ridisegni la rete scolastica territoriale, non più adeguata per effetto del recente sviluppo urbanistico, che favorirà l'immigrazione di numerose famiglie dal comune capoluogo e dai paesi viciniori.
La mia scuola, il 2° C.D. "San Domenico Savio", ha saturato le sue possibilità di accoglienza e già quest'anno ha respinto domande di iscrizioni sia per la scuola dell'infanzia sia per quella primaria. Cosa ne sarà dei bimbi delle famiglie trasferite nell'ampio complesso residenziale in Via Ognissanti che tra qualche mese richiederanno la frequenza in una delle scuole del mio Circolo?
Le sono grato, sig. Sindaco, per avermi dedicato parte del Suo prezioso tempo. La saluto augurandoLe buon lavoro e rinnovandoLe la mia disponibilità alla collaborazione interistituzionale. 

Capurso, 6 aprile 2010
                                                                                                                             prof. Pietro de Luca
                                                                                                                            dir. sc. 2° C.D. "S.D.Savio
Fonte:Redazione Capurso online

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 08 Aprile 2010 08:57 )