2 girls 1 cup

Allarme Processionarie. Il clima caldo ha anticipato l'arrivo degli insetti. Interventi in alcuni giardini delle Scuole Capursesi

E-mail Stampa PDF

processionariaE' scattato l'allarme in questi giorni a seguito dei primi avvistamenti non solo a Bari e dintorni ma anche a Capurso.
Diverse le segnalazioni di cittadini proprietari di cani e gatti che sono in allarme per i propri "amici a 4 zampe".
Con la complicita' del clima caldo di quest'anno, le processionarie sono arrivate in anticipo. Ma cosa sono le processionarie? Sono degli insetti dell'ordine dei Lepidotteri che cominciano ad uscire dai bozzoli presenti sugli alberi di Pino e sui Cedri. Questi insetti sono pericolosi solo durante la fase della vita in cui hanno l'aspetto di un bruco. Successivamente diventano farfalle.
E' proprio nella fase in cui assomigliano ad un Bruco che va prestata la massima attenzione ai cani e ai gatti che giocano all'aperto nei parchi e nei giardini. Il contatto di cute e mucose con i peli delle processionarie possono provocare gravissime reazioni allergiche, dermatiti, orticarie, congiuntiviti e anche problemi alle vie respiratorie in caso di inalazione. Le lesioni provocate possono essere simili ad ustioni e possono anche provocare la perdita della lingua e profonde ulcere di pelle, naso e muscoli.
A Capurso proprio a seguito di alcune segnalazioni, "la ditta manutentrice del verde sta intervenendo già da ieri in alcune Scuole e ai giardini di via Deledda", ci comunica l'Assessore alla Polizia Municipale Michele Laricchia che giudica

comunque la "situazione sotto controllo" (già 3 interventi nell'ultimo mese).
La foto di TangorraMa cosa bisogna fare nella peggiore delle ipotesi? Bisogna mettersi con urgenza in contatto con un veterinario. 
Nella nostra zona, e' presente oltre ad alcuni studi medici privati, anche il pronto soccorso degli animali, del Dipartimento di Medicina Veterinaria dell'Universita' degli Studi di Bari, raggiungibile direttamente a Valenzano in Via Casamassima Km, 3 o mettendosi in contatto telefonico al numero 080 4679872.
Nell'immediato può essere utile lavare con acqua il pelo, la cute e le mucose che sono entrate a contatto con i peli urticanti. Evitare che gli animali possano bere l'acqua utilizzata per il lavaggio.
E sugli esseri umani?
Per bambini e persone adulte, a seconda della gravità, e' consigliato rivolgersi con urgenza al medico di medicina generale, alla guardia medica o al pronto soccorso.
(Nelle foto: esempio di processonaria e bozzoli trovati a Capurso).
Capurso on line - Daniele Di Fronzo

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 04 Marzo 2016 10:14 )