2 girls 1 cup

Pioggia di verbali per i "Turisti dei Rifiuti"

E-mail Stampa PDF

altCAPURSO (BA). A Luglio scorso, scoppiò il caso del "turismo dei rifiuti", un fenomeno che penalizzava i cittadini capursesi al cospetto di gente residente in comuni limitrofi quali Triggiano e Cellamare che, vista la partenza della raccolta dei rifiuti porta a porta nei propri comuni, preferivano conferire i propri rifiuti nella vicina Capurso, perchè non dotata di questo mezzo di raccolta dell'immondizia che prevede l'eliminazione dei cassonetti e dell'indifferenziato.
Fummo proprio noi di Capurso on line a sollevare il problema con un articolo.
Solo nell'ultimo mese i trasgressori puniti con tanto di verbale sono stati trenta. Grande la soddisfazione del Comandante della Polizia Municipale Raffaele Campanella, che in questa dura lotta ai turisti dell' indifferenziato ha disposto agenti in borghese nei punti più sensibili con un risultato eccellente. Inoltre, secondo l'art 14 c.1 del Regolamento Comunale per la gestione dei rifiuti urbani del 07/04/2011, non si possono conferire nella raccolta del Comune di Capurso rifiuti provenienti da altri territori comunali; tutti i trasgressori rischiano di ricevere una multa che va dai 25€ ai 500€.
"Trovo francamente allucinante che nel 2013 ci sia ancora chi preferisce farsi chilometri di strada piuttosto che differenziare correttamente i rifiuti. Il Comandante,  Campanella e

i suoi agenti, a cui ho chiesto massima severità e che ringrazio pubblicamente, stanno facendo un ottimo lavoro, e dal primo novembre potremo contare anche sulla collaborazione concreta dei vigili di Triggiano in un'ottica di stretta collaborazione istituzionale tra le due amministrazioni, ma chiedo anche a tutti i capursesi di collaborare per difendere il nostro paese segnalando, anche in forma anonima, eventuali "invasori". Dopo mesi di grande impegno, l'appalto unico per i comuni di Triggiano, Capurso, Cellamare, Noicattaro, Rutigliano e Valenzano è, finalmente, in dirittura d'arrivo; la speranza è di avere, in tempi ragionevoli, anche a Capurso un sistema di porta a porta spinto" , è stato l'intervento del Sindaco Francesco Crudele.
Come tutti ormai sappiamo, a causa della nascita degli ARO (Ambiti di Racolta Ottimali), che impongono che la raccolta dei rifiuti sia organizzata su base intercomunale, Capurso non ha potuto dotarsi di un sistema di raccolta differenziata porta a porta. Problema a quanto pare prossimo alla risoluzione.
Capurso on line - Vito Giardino

 

 

Ultimo aggiornamento ( Sabato 02 Novembre 2013 16:08 )