2 girls 1 cup

Programma triennale delle opere pubbliche. Il Comunicato stampa del M5S Capursese

E-mail Stampa PDF

Mario ElioCon delibera di consiglio comunale n. 26 del 20/06/2016 il comune di Capurso approva il "Programma triennale delle opere pubbliche 2016/2018". Cosa ne pensa?
Il programma delle opere pubbliche è un documento molto importante per un amministrazione che si dice trasparente nei suoi contenuti e azioni politiche. Non posso che essere d'accordo con quanto approvato dalla maggioranza riguardo, però, solo alcune delle opere indicate nel programma triennale e che riguardano il 2016.
Sicuramente tra queste ci sono gli interventi effettuati su Largo Piscine e i lavori di manutenzione ordinaria/straordinaria della rete stradale comunale. Quest'ultimo provvedimento risultava più che urgente, considerando lo stato indecoroso in cui versano ancora oggi alcune strade del paese.
Veloce menzione sui fondi finalmente giunti dalla comunità europea per dar via ai lavori di efficientamento energetico della Scuola Media Statale Gennaro Venisti. Anche in questo caso il consenso non può che essere assoluto nei confronti di un opera che, in primo luogo, utilizza fondi europei, e poi perché coinvolge scuola e sostenibilità ambientale, due settori del vivere civile pressoché trascurati dal governo centrale.
Da consigliere d'opposizione però, non posso che segnalare una nota dolente che ho riscontrato nel piano triennale. La scelta di destinare € 1.565.000 per la realizzazione di una

"Palestra comunale", infatti, mi ha lasciato alquanto sorpreso.
Non dico che sia una scelta sbagliata, ma mi sento di esporre alcune considerazioni in merito alla valutazione fatta dall'amministrazione.
1. La palestra verrà realizzata con fondi di bilancio. Viene dunque naturale chiedersi come mai la scelta non abbia seguito percorsi di amministrazione partecipata. La cittadinanza avrebbe potuto dare delle indicazioni tali da proporre una'opera una quanto più condivisa possibile, e non come invece è successo quella più elitaria.
2. Non avendo vincoli di "destinazione d'uso", questi fondi avrebbero potuto finanziare opere di tipo diverso da una struttura sportiva come la realizzazione di un asilo nido comunale o la riqualificazione del verde urbano (preposte in sede di consiglio).
3. In ultimo è palese agli occhi di tutti che Capurso è già provvista di strutture sportive, tra cui Stadio, palestre scolastiche e il Pala Livatino, inaugurato proprio lo scorso anno nel mese di Maggio. In quello stesso periodo, sul suo Blog personale, il vice sindaco Michele Laricchia scriveva: "...abbiamo regalato la casa agli sportivi, ma adesso dobbiamo fare altrettanto per musicisti attori e poeti. La casa della cultura non può più aspettare. Chiunque vinca domenica 31..." , riferendosi alle amministrative 2015, "...dovrà dedicarsi anima e cuore a questo. Così come noi abbiamo fatto per il palazzetto".
Per l'ennesima volta l'amministrazione non ha dato seguito alle sue stesse promesse, figlie forse solo della campagna elettorale. Il gruppo M5S Capurso, attraverso questo comunicato, vuole proprio rimarcare il fatto che gli investimenti sulle opere pubbliche dovrebbero puntare ad altri settori, allo stato attuale molto più carenti.
In quest'ottica suggeriamo che la strada da seguire è quella della democrazia e amministrazione partecipata, coinvolgendo la cittadinanza non si rischia di incorrere in scelte impopolari.
Mario Elia consigliere comunale del Movimento 5 Stelle
Capurso on line - Aministrazione

Ultimo aggiornamento ( Martedì 28 Giugno 2016 16:53 )