2 girls 1 cup

Puggione è l'anti Crudele. Meno tasse ma anche risoluzione dei problemi di lavoro e del centro storico, nell'agenda politica del commercialista

E-mail Stampa PDF

Puggione alla conferenza stampa"Sono pronto. Eccomi qua. Mi metto in gioco per risolvere i problemi attuali e del futuro di Capurso". Sono le prime parole di Giovanni Puggione, Commercialista 50enne e capursese verace, che a Maggio concorrerà alla Carica di Sindaco sfidando il Sindaco uscente Francesco Crudele.
Ne avevamo dato notizia qualche giorno fa e Puggione ha voluto rendere ufficiale la sua candidatura come candidato Sindaco, venerdi 13 febbraio c.a. "Sarò il leader di 2 movimenti civici e della lista del Partito Democratico", comunica Puggione e aggiunge "che in arrivo ci sono anche altre 2 liste civiche" che concorreranno al suo fianco allargando la sua coalizione.
Puggione sembra teso, come al primo giorno di Scuola, conscio che per lui effettivamente è la prima apparizione e il primo coinvolgimento diretto in Politica ma si affida subito al suo cavallo di battaglia per farsi forza, le tasse. Quella Tasi ad esempio che tanto ha fatto parlare di Capurso... Per Puggione ci sono le condizioni per abbassare la

tassazione locale. "Sono un sostenitore della addizionale Irpef. Non perche' mi piace fare pagare le imposte ai contribuenti ma la mia idea e' quella di sostituire determinati sistemi di tassazione che non guardano al reddito del singolo ma semplicemente a chi ha una abitazione, come quindi una patrimoniale, con un sistema che valuti effettivamente la capacita' di reddito di ognuno dei cittadini". Puggione mira a "scovare" i più abbienti che sarebbero circa 40 tra i contribuenti su Capurso, che avrebbero potuto contribuire di piu' dei "soliti pensionati e agricoltori" in aggiunta a quanti in questo momento non si possono permettere nulla. Da qui lo slogan meno Tasi piu' addizionale Irpef.
Lasciato il tema delle tasse, Puggione tocca svariati altri argomenti per il rilancio capursese, uno fra tutti il borgo antico di Capurso, "perche' effettivamente in questo momento è più sofferente" dice Puggione... "al di la del mercato che è stato spostato, la realtaà è che in tutta questa legislatura, di questa gente a nessuno è mai interessato. Quatto anni abbondanti, il borgo antico è la. Il risultato è visibile e sotto gli occhi di tutti. Non èstato fatto niente".
E per il benessere di Capurso la Zona Industriale... "studiare delle forme di stimolo a restare e a creare nuovi investimenti anche attraverso politiche di fiscalità vantaggiose per gli Imprenditori, dalla Tasi alla tassa rifiuti, ovviamente cercando di sviluppare lavoro per Capurso e i Capursesi".
E sulla cultura? "La realizzazione di una vera crescita culturale e non una semplice vetrina espositiva di prodotti editoriali". Ma anche ...il migliore e maggiore sviluppo di un turismo-religioso alla luce anche dell'elevazione di Capurso a civitas Mariae grazie alla Madonna del Pozzo. Ma non solo... ripristinare i problemi di viabilità, la situazione disatrosa dei manti stradali, "adeguate infrastrutture con l'adozione di opere di urbanizzazione adeguate. Quelle attuali non sono in grado di sopperire alle esigenze della comunita' esistente, figuriamoci rispetto ad un suo auspicato incremento (vedi allagamenti dovuti alle piogge)". Tutti temi toccati dal commercialista.
Perchè mi candido??? E cosa rimprovero all'amministrazione Crudele?... "Una scarsa attenzione proprio sull'ambito delle tasse a chi davvero se la passa male. A Capurso la tassazione non è stata delle più basse". La risposta ad alcune nostre domande...
Puggione chiude con l'augurio di un fair play politico che si basi su una campagna elettorale che badi solo al confronto dei programmi.
Capurso on line - Daniele Di Fronzo

Ultimo aggiornamento ( Martedì 17 Febbraio 2015 22:28 )