2 girls 1 cup

Ultime notizie

'Fare sistema nelle filiere agroalimentari'. convegno presso l'Università di Bari

E-mail Stampa PDF

faresistemamanifestoUn convegno per comprendere ed interpretare le dinamiche delle filiere agroalimentari, per creare figure professionali nuove, che sappiano padroneggiare i tecnicismi normativi del lavoro in filiera.
Di questo e molto altro si discuterà nel convegno organizzato in collaborazione con l'Università di Bari e in programma il 6 luglio prossimo, dalle ore 15.00 in Aula Cossu, presso il Palazzo Ateneo, in Piazza Umberto I n°1.
"Fare sistema nelle filiere agroalimentariRete, Internazionalizzazione, Ambiente", questo il titolo del prestigioso incontro, fornirà ai presenti le coordinate di un indirizzo formativo e specialistico che procede di pari passo con l'evoluzione del mondo del lavoro, e che permette un approccio diverso e più consapevole ad un settore rinomato e ad un modello italiano invidiato nel mondo: l'agroalimentare.
La presentazione dell'incontro avverrà alla presenza e per parola, tra gli altri, del magnifico rettore, prof. Antonio Uricchio, e del dott. Domenico De Facendis, Presidente del Tribunale di Bari.
Tra gli edotti relatori si segnalano l'assessore allo sviluppo economico della Regione Puglia, dott.ssa Loredana Capone, Patrizia Del Giudice, Presidente Piccola Industria Confindustria Bari Bat, e l'avv. Massimo Zortea, dell'Università di Trento.
Il programma prevede:

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 05 Luglio 2017 08:36 ) Leggi tutto...
 

POMODORO: COLDIRETTI FOGGIA, ACCORDO SU PREZZO È SOLO 'ELEMOSINA' PER PRODUTTORI; IMPORT DA CINA NEL 2016 + 43%

E-mail Stampa PDF

Il pomodoro di Puglia"Nel 1985 il pomodoro da industria veniva pagato 180 lire. Nel 2017 il prezzo è lo stesso e ciò la dice lunga sull'accordo siglato che è solo 'elemosina' per noi agricoltori che per sopravvivere siamo condannati a sovra produrre per recuperare quanto non ci viene riconosciuto in termini di remunerazione. Ovviamente gli industriali continuano a chiedere di ridurre la produzione nazionale perché ritenuta eccessiva, mentre continuano inarrestabili gli sbarchi di pomodoro concentrato dall'estero, un affronto alle nostre produzioni di qualità made in Italy". E' il duro commento del Presidente di Coldiretti Foggia, Giuseppe De Filippo, alla firma dell'accordo che fissa il prezzo del pomodoro da industria, confermando le quotazioni dell'anno scorso.
Intanto, sono aumentate del 43% le importazioni di concentrato di pomodoro dalla Cina che hanno raggiunto circa 100 milioni di chili nel 2016, pari a circa il 20 per cento della produzione nazionale in pomodoro fresco equivalente, con un balzo record del 22,3% delle importazioni, superiore a quello delle esportazioni (+19,7%). C'è il rischio concreto che il concentrato di pomodoro cinese venga spacciato come Made in Italy sui mercati nazionali ed esteri – sottolinea la Coldiretti - per la mancanza dell'obbligo di indicare in etichetta la provenienza.
"Si sta assistendo ad un crescendo di navi che sbarcano fusti di oltre 200 chili di peso con concentrato di pomodoro cinese da rilavorare e confezionare come italiano – denuncia Michele Errico, Direttore di Coldiretti Foggia - poiché nei contenitori al dettaglio è obbligatorio indicare solo il luogo di confezionamento, non quello di coltivazione del pomodoro. Un commercio che può essere reso trasparente solo attraverso l'obbligo ad indicare in etichetta l'origine degli alimenti che attualmente vale in Italia solo per la passata di pomodoro, ma non per il concentrato o per i sughi pronti. A rischio c'è uno dei settori simbolo del Made in Italy nel mondo a causa della concorrenza sleale del prodotto importato, ma anche la sicurezza alimentare".
Una delle regioni italiane più colpite dal fenomeno del pomodoro clonato risulta proprio la Puglia. La sola Provincia di Foggia – rileva Coldiretti Puglia - è leader nel comparto con 3.500 produttori che coltivano mediamente una superficie di 26 mila ettari, per una produzione di 22 milioni

Ultimo aggiornamento ( Domenica 11 Giugno 2017 11:03 ) Leggi tutto...
 

SICCITA': COLDIRETTI PUGLIA, A MAGGIO - 49,3% PIOGGE ALLARME STRESS IDRICO IN CAMPAGNA

E-mail Stampa PDF

siccitaA maggio 2017 in Puglia le piogge sono diminuite del 49,3% e dal 2012 ad oggi la Puglia registra un preoccupante - 26%, secondo uno studio di Coldiretti Puglia (fonte dati AssoCoDiPuglia) sull'andamento climatico e sui dati pluviometrici 2017.
"In Puglia, negli ultimi 40 anni, si è assistito ad un effetto desertificazione preoccupante – commenta Gianni Cantele, Presidente di Coldiretti Puglia - con le precipitazioni diminuite paurosamente da 950 mm l'anno a circa 3/400 mm. Gli effetti sull'agricoltura sono evidenti e preoccupanti, dato che i quantitativi di acqua accumulati negli invasi continuano a registrare una progressiva differenza negativa a causa della drastica diminuzione di piogge. La siccità ha attanagliato per mesi il granaio d'Italia delle province di Foggia e Bari, dove si registra a causa della scarsità d'acqua la perdita del 50% della produzione. Al contempo sono drammatici gli effetti sui campi della tropicalizzazione del clima che azzerano in pochi attimi gli sforzi degli agricoltori che perdono produzione e al contempo subiscono l'aumento dei costi a causa delle necessarie risemine, ulteriori lavorazioni, acquisto di piantine e sementi e utilizzo aggiuntivo di macchinari e carburante. Gli imprenditori si trovano ad affrontare fenomeni controversi, dove in poche ore si alternano eccezionali ondate di maltempo a caldo fuori stagione".
E' stato potenziato il servizio di assistenza tecnica alle aziende per la difesa delle colture dalle avversità meteoriche e dai parassiti e per il supporto

Ultimo aggiornamento ( Domenica 11 Giugno 2017 10:54 ) Leggi tutto...
 

Tutela e valorizzazione del grano di Puglia. Interrogazione al Ministro Martina

E-mail Stampa PDF

La manifestazione degli agricoltori al Porto di Bari"Questa mattina ho presentato un'interrogazione al Ministro Martina per chiedere misure volte alla tutela e alla valorizzazione del nostro grano, così come richiesto dalla Coldiretti che questa mattina ha manifestato al porto di Bari." Così in una nota il deputato barese del PD, Alberto Losacco. "In questa legislatura parlamento e governo hanno adottato diversi provvedimenti molto importanti a tutela dell'agroalimentare made in Italy. Mi riferisco ad esempio alla tracciabilità e alla etichettatura del latte, ma anche agli interventi per contrastare il deprezzamento del grano e ai contratti di filiera. Però proprio sul grano dobbiamo fare qualcosa in più a difesa della qualità del prodotto made in Italy. Oggi la Coldiretti nel suo sit in al porto di Bari ha posto alcune questioni strategiche evidenziando i rischi di un mancato intervento da parte delle istituzioni competenti. Una speculazione che può mettere a rischio 300

Ultimo aggiornamento ( Domenica 11 Giugno 2017 10:34 ) Leggi tutto...
 

Sit in di Coldiretti Puglia al Porto di Bari. In arrivo una nave da Vancouver con 50mila tonnellate di grano canadese

E-mail Stampa PDF

coldirettiportogranoCentina di agricoltori con i trattori hanno lasciato sin dalle prime luci dell'alba le campagne per partecipare al blitz al porto di Bari, divenuto purtroppo negli ultimi anni il vero 'granaio d'Italia', principale varco di accesso del grano straniero da "spacciare" come italiano, perché non è ancora obbligatorio indicarne l'origine nella pasta.
E' quanto afferma Coldiretti Puglia al sit in contro l'arrivo a Bari di una nave proveniente da Vancouver, carica di 50mila tonnellate di grano, alla vigilia dall'inizio ufficiale in tutte le campagne pugliesi della raccolta del grano.
Ci vorranno 1600 autoarticolati per svuotare completamente il 'mostro' di 256 metri di lunghezza e dall'uscita del porto le staffette organizzate da Coldiretti Puglia seguiranno i camion per conoscere la destinazione finale del grano canadese.
La Puglia, che è il principale produttore italiano di grano duro, è paradossalmente – denuncia la Coldiretti - anche quello che ne importa di più, tanto da rappresentare un quarto del totale del valore degli arrivi di prodotti

Ultimo aggiornamento ( Domenica 11 Giugno 2017 10:46 ) Leggi tutto...
 
Altri articoli...
Pagina 3 di 49